Passa ai contenuti principali

In primo piano

Danzatrice con il dito al mento

#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio
Il prototipo di questa statua, priva di testa, braccia e piedi, può essere sicuramente considerato la “Danzatrice con il dito al mento” o “Danzatrice Manzoni” dal nome di Domenico Manzoni che la commissionò ad Antonio Canova nel 1811 per 4.400 scudi. Ne esistono molte riproduzioni e nella Gipsoteca di Possagno si può ancora vedere il modello in gesso, realizzato da Canova nel 1809, da cui derivarono varie sculture. Di sicuro sappiamo che Alessandro Torlonia fece eseguire da Luigi Bienaimé (1795-1878), della scuola di Thorvaldsen, una copia della “Danzatrice” del Canova, che ora si trova nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. L’esemplare esposto rivela una lavorazione accurata e di buona qualità, con un effetto di non finito, dovuto probabilmente ai danni atmosferici provocati dall’esposizione all’aria. (testo tratto dal sito Musei di Villa Torlonia) Autore: Anonimo
Titolo: Danzatrice con il dito al mento Supporto…

LA BELLEZZA DI VENERE TRA PITTURA E SCULTURA

Il Tempio di Venere ed il Colosseo - Roma
Buongiorno Amici
Quando si parla di bellezza maschile, si pensa subito ad Adone, invece quando si parla di quella femminile si pensa subito a Venere. E' stata considerata dall'antico popolo romano la dea della bellezza, dell'amore, della fecondità e della natura primaverile. A Lei sono stati dedicati moltissimi luoghi di culto, a partire dai santuari laziali vicino all'attuale Pomezia sulla costa a sud di Roma, dove attraccò Enea dopo la fuga da Troia. Quel che resta di uno dei templi più imponenti si trova a Roma, proprio di fronte al Colosseo. Ma ora dedichiamoci a chi con la loro arte, sia antica che moderna, ha contribuito al mito di Venere. Uno dei più bei dipinti della dea si deve sicuramente a Sandro Botticelli che, con la sua Nascita di Venere esposta agli Uffizi, ha celebrato la bellezza ai massimi livelli. Non da meno sono stati gli antichi scultori romani che con le loro opere hanno reso tridimensionale tale bellezza.
Sandro Botticelli, Nascita di Venere (1482-1485) - Galleria degli Uffizi - Firenze



Autore: Sandro Botticelli (Firenze 1445 - 1510)
Titolo: Nascita di Venere
Datazione: 1482 - 1485
Supporto: Tempera su tela
Misure (cm): 172 x 278
Si trova: Galleria degli Uffizi
Luogo: Firenze
Venere e Marte (Inizio II sec. d.C.) - Galleria degli Uffizi - Firenze

Autore: -
Titolo: Venere e Marte
Datazione: Inizio II sec. d.C.
Supporto: Marmo greco
Misure (cm): -
Si trova: Galleria degli Uffizi
Luogo: Firenze
Venere Capitolina - Musei Capitolini - Roma

Autore: -

Titolo:            Venere Capitolina
Datazione: Da originale di Prassitele del IV secolo a.C.
Supporto: Marmo
Misure (cm): 193
Si trova: Musei Capitolini, Palazzo Nuovo, Gabinetto della Venere Capitolina
Luogo: Roma
Venere Esquilina - Musei Capitolini - Roma

Autore: -
Titolo: Venere Esquilina
Datazione: Prima età imperiale
Supporto: Marmo
Misure (cm): 155
Si trova: Musei Capitolini, Palazzo dei Conservatori, Sala degli Horti Lamiani
Luogo: Roma
Luigi Bienaimé, Venere (1844) - Museo nazionale d'Arte Moderna - Roma


Autore: Luigi Bienaimé (Carrara 1795 - Roma 1878)
Titolo: Venere
Datazione: 1844
Supporto: Marmo
Misure (cm): 180
Si trova: Galleria Nazionale D'Arte Moderna
Luogo: Roma
Gruppo Marte e Venere (170 d.C.) - Terme di Diocleziano - Roma
Autore: -
Titolo: Gruppo Venere e Marte
Datazione: 170 d.C.
Supporto: Marmo
Misure (cm): -
Si trova: Museo Nazionale Romano, Terme di Diocleziano
Luogo: Roma
c.d. Venere Felice (II sec. d.C.) - Musei Vaticani, Museo Pio Clementino, Cortile ottagonale - Città del Vaticano
Autore: -
Titolo: c.d. Venere Felice
Datazione: II sec. d.C.
Supporto: Marmo
Misure (cm): -
Si trova: Musei Vaticani, Museo Pio Clementino, Cortile ottagonale
Luogo: Città del Vaticano

Commenti

Post più popolari