VIAGGIO FOTOGRAFICO NELLA BASILICA PAPALE DI SAN PAOLO FUORI LE MURA (pt1)

Ingresso Fronte del transetto della Basilica Papale di San Paolo fuori le mura - Roma
Da oggi vorrei iniziare un percorso fotografico che ci porta all'interno delle Basiliche papali dislocate sul territorio romano. La prima che visiteremo è la Basilica Papale di San Paolo fuori le mura nel quartiere Ostiense, che racchiude in se una bellezza unica che crea una sorta di religioso rispetto non appena si varca la soglia della basilica. Non ci sono tante opere di artisti conosciuti, ma una volta entrati, si viene avvolti da una sensazione di infinito perché la grande navata centrale sembra non finire più, se non fosse per l'arco trionfale posto proprio sopra il sepolcro di San Paolo. Le foto di questo post riguardano il Quadriportico con al'interno il giardino ed al centro di esso la statua di San Paolo scolpita da Giuseppe Obici nel XIX secolo.
Quadriportico, Facciata 

Quadriportico, Facciata con mosaici

Quadriportico, Facciata, Agnus dei

Quadriportico, Facciata, Cristo benedicante con i santi Pietro e Paolo

Quadriportico, Facciata, Profeta Daniele

Quadriportico, Facciata, Profeta Ezechiele

Quadriportico, Facciata, Profeta Geremia

Quadriportico, Facciata, Profeta Isaia

Quadriportico, Giuseppe Obici, Statua di San Paolo

Quadriportico, Giuseppe Obici, Statua di San Paolo

Quadriportico, Giuseppe Obici, Statua di San Paolo

Quadriportico di Luigi Poletti (1890)

Quadriportico di Luigi Poletti (1890)

Quadriportico di Luigi Poletti (1890)

Quadriportico di Luigi Poletti, lato sinistro (1890)

Nartece del quadriportico

Nartece del quadriportico, Porta Santa di Enrico Manfrini (2000)
NAVATE
La basilica di San Paolo fuori le Mura presenta una pianta a croce latina. L'aula è divisa in cinque navate, separate da quattro file di 20 colonne. Il rivestimento delle pareti, come quello del pavimento, è in marmi policromi che compongono motivi geometrici. Nella fascia immediatamente sopra gli archi che dividono le navate, vi è la serie dei tondi contenenti i ritratti di tutti i pontefici, da San Pietro fino a Papa Francesco. Realizzati con la tecnica del mosaico e su sfondo oro, furono iniziati nell'anno 1847, durante il pontificato di Pio IX. L'idea di questa serie di tondi ha le radici nell'antica basilica, poiché erano presenti anche in quest'ultima.Nella navata centrale, in corrispondenza dell'arco trionfale, vi sono due statue che raffigurano San Pietro di Salvatore Ravelli, e San Paolo di Ignazio Jacometti.
Navata centrale verso il transetto

Navata centrale verso l'ingresso

Navata centrale verso l'ingresso, Il soffitto a cassettoni

Navata centrale, Soffitto a cassettoni

Navata centrale, Soffitto a cassettoni

Navata destra esterna

Navata sinistra esterna

Navata destra, Ritratto dei papi Francesco. Benedetto XVI e Giovanni Paolo II

Navata destra, Ritratto di papa Francesco

Navata centrale, Salvatore Ravelli, Statua di San Paolo

Navata centrale, Ignazio Jacometti, Statua di San Pietro

ARCO DI GALLA PLACIDIA
L'arco trionfale, ovvero l'arco che separa il transetto dalla navata centrale, è detto di Galla Placidia dal nome della committente dell'opera, che fece realizzare la decorazione musiva, che lo ricopre tuttora, durante il pontificato di Leone I. In alto sono due iscrizioni: la prima a sinistra recita «Teodosio iniziò, Onorio compì mentre l'altra l'aula consacrata al corpo di Paolo dottore del mondo» Al centro, al disopra dell'arco, è raffigurato Cristo Pantocratore iscritto dentro una circonferenza da cui fuoriescono dei raggi. Più in basso, ai due lati dell'arco, sono raffigurate le figure di San Paolo (a sinistra) e di San Pietro (a destra).
Arco trionfale detto di Galla Placidia

Arco trionfale detto di Galla Placidia

Arco trionfale detto di Galla Placidia, Cristo Pantocratore

Arco trionfale detto di Galla Placidia

Arco trionfale detto di Galla Placidia
https://www.massimogaudio-photography.com/

Commenti

Post più popolari