Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Acquedotto Felice

PORTA FURBA

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Porta Furba (Facciata verso fuori Roma) Roma ha tante strade importanti che partono dalle zone centrali e si estendono fuori verso il resto dell'Italia, ma ce n'è una relativamente breve chiamata via Tuscolana, che nasce da piazza Sulmona (a pochi metri da piazza dei Re di Roma) fino ad arrivare ad Artena (30 Km a sud della Capitale) passando per il monte Tuscolo da cui prende il nome. Nel percorso cittadino, dopo circa due chilometri dall'inizio, via Tuscolana incontra l'Acquedotto Felice voluto da papa Sisto V (al secolo Felice Peretti), che assume una maggiore visibilità in quella che viene chiamata  Porta Furba . Più che una porta vera e propria, si tratta della monumentalizzazione della fornice. Realizzata in blocchi di peperino nel 1585, l'arco mostra su entrambe le facciate protomi leonine posizionati come chiavi di volta, sopra le quali si trovano due iscrizioni scolpite nel travertino, una per facciata, recanti il nome del pontefic

Fontanile di Clemente XII a Porta Furba

Immagine
© Photo by  Massimo Gaudio Fontanile Clemente XII Roma si sa, è la città delle fontane e per poterle far funzionare c'è bisogno di acqua, quella che viene portata dagli svariati acquedotti che riforniscono la Capitale. Uno di questi, l'Acquedotto Felice realizzato dal pontefice Sisto V tra il 1585 e il 1587 ancora funzionante, lungo il suo cammino nel punto in cui attraversa via Tuscolana in zona Porta Furba, trova la sua prima mostra (l'altra è la Fontana del Mosè) fatta costruire da papa Clemente XII Corsini molto probabilmente su progetto di Luigi Vanvitelli. La fontana edificata nel 1733 prende il nome dal committente, anche se è nota con il nome di  Fontana Bella.  E' stata costruita in quello che una volta era un abbeveratoio voluto da Sisto V a pochi metri dell'arco monumentale chiamato  Porta Furba , dove incrociano via Tuscolana e via del Mandrione. L'opera fonde lo stile neoclassico con quello barocco evidenziato in particolar modo attraverso il masche

PARCO DEGLI ACQUEDOTTI

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio L'Acquedotto Claudio nel Parco degli Acquedotti (i pini nella fotografia tracciano il percorso di via Appio Claudio) Il Parco degli Acquedotti è tra i più grandi e suggestivi parchi di Roma. Fa parte del Parco dell'Appia Antica e si trova nel territorio del VII Municipio di Roma nel quadrante Sud-Est della capitale. Ha un'estensione molto ampia e tocca varie zone di Roma: Appio Claudio, Osteria del Curato, Lucrezia Romana, Capannelle, Statuario e Tor fiscale. È una vera e propria area archeologica che testimonianza la grandezza di Roma Antica ricca di resti storici, oltre a 6 acquedotti romani e uno rinascimentale. C'è la testimonia in diversi tratti del tracciato dell’antica Via Latina, presenza di Sepolcri e resti di Ville Romane di epoca imperiale.  Io ne parlo con enfasi perché sono nato e cresciuto in questa zona, quindi sento molto forte la sua presenza. Da piccolo ho avuto la fortuna di andare in diverse scuole che si trovano proprio al