Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta città del vaticano

PRESEPE IN PIAZZA SAN PIETRO; COME QUELLO DI GRECCIO

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Il presepe in piazza San Pietro Natale 2023 Nella splendida cornice di piazza San Pietro, circondati dal bellissimo portico michelangiolesco, possiamo ammirare il tradizionale presepe che come ogni anno accompagna le festività natalizie, dove la sera della vigilia di Natale, il Bambinello è stato adagiato tra le braccia di san Francesco. La presenza di san Francesco insieme agli altri personaggi realizzati a grandezza naturale non è casuale, infatti il 24 dicembre di ottocento anni fa nella grotta di Greccio, il santo realizzò il primo presepe della storia. Questa rappresentazione ha molte particolarità, anche inedite rispetto agli anni precedenti. Sicuramente il fatto che il Bambinello non si trova adagiato nella mangiatoia ma tra le braccia del santo è una novità, come del resto lo è anche la rappresentazione della grotta che per la prima volta è a 360°, infatti nella parte retrostante ci sono vari affreschi dipinti ad arte dalle sapienti mani di artigiani c

100 PRESEPI iIN VATICANO

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Ingresso Nella splendida cornice di piazza San Pietro, circondati dal bellissimo portico michelangiolesco, possiamo ammirare il tradizionale presepe che, come ogni anno, accompagna le festività natalizie, dove la sera della Vigilia di Natale, poco prima della messa di mezzanotte, il bambinello verrà adagiato nella mangiatoia tra il bue e l'asino. Se si vuole continuare a rimanere immersi all'interno del clima natalizio, sempre fino al 7 gennaio 2024, sarà possibile ammirare con ingresso libero i  100 Presepi in Vaticano , esposti sotto il colonnato di sinistra, realizzati con varie tecniche e materiali da artisti e artigiani nazionali e internazionali. Si viene subito accolti dal presepe realizzato dai Vigili del Fuoco del Vaticano per poi proseguire con le più svariate interpretazioni, da quello meccanico, a quello itinerante all'interno di un furgoncino o quelli realizzati con la pasta e... molti altri ancora. Nelle fotografie che seguono avrete

Raffaello Sanzio ai Musei Vaticani

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Raffaello Sanzio, Autoritratto (1509-1511) I visitatori dei Musei Vaticani , hanno la possibilità di godere delle meraviglie artistiche in molte aree prima di arrivare alla Cappella Sistina. Queste aree che sono in pratica tanti piccoli musei come ad esempio la Pinacoteca, i Musei Gregoriano Egizio ed Etrusco, il Museo Pio Clementino, la bellissima Galleria delle Mappe tanto per citarne alcune, creano un ambiente adatto che introduce in una delle parti più interessanti di tutti i Musei Vaticani: Le Stanze di Raffaello . Le Stanze si chiamano così perché venne realizzata la decorazione dallo stesso Raffaello Sanzio (Urbino 1483 - Roma 1520) e dai suoi aiuti nel periodo che va da 1508 fino al 1524, ovvero dopo la morte del maestro. Facevano parte del l'appartamento situato al secondo piano del Palazzo Pontificio scelto da Giulio II della Rovere come propria residenza e utilizzato anche dai suoi successori. Stanza della Segnatura La prima Stanza (in ordine