Passa ai contenuti principali

In primo piano

La Biblioteca Reale di Torino e la preziosa raccolta di Opere d'Arte.

A cura di Manuela MoschinMi potete seguire anche nel Blog LibrArte.eu 
"La Biblioteca particolare del Re è ricca delle più scelte e belle edizioni moderne di opere appartenenti a storia, viaggi, arti, economia pubblica e scienze diverse. Vi si annoverano più di 30.000 volumi a stampa, tra’ quali alcuni in pergamena e miniati". Davide Bertolotti (1840).


Nel Palazzo Reale di Torino, che dal 1997 fa parte del Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è ubicata la Biblioteca Reale.
Attualmente la Biblioteca conserva 200.000 volumi, incisioni, 4.500 manoscritti, pergamene, disegni, carte antiche e il celebre "Autoritratto" di Leonardo Da Vinci, del quale ne parlerò nei prossimi articoli.
Nel 1831 Carlo Alberto di Savoia-Carignano, amante della cultura, desiderò attuare un rinnovamento architettonico e artistico della struttura. Tra le sue innovazioni nel 1839 istituì la Biblioteca Reale, incaricando il Conte Michele Saverio Provana del Sabbione di raccogliere il patrimonio lib…

I MURALES DI ORGOSOLO

Photo by Massimo Gaudio


Il post precedente era su uno dei più grandi e ben conservati Nuraghe che si trovano oggi in Sardegna. Non mi vorrei allontanare da questa terra che amo e che in un certo modo mi ha adottato da trentacinque anni a questa parte. Le fotografie che ho deciso di pubblicare, risalgono alla fine degli anno '80, quando con la mia macchina fotografica Mamya 6x7, me ne andavo in giro per la Sardegna in cerca di luoghi e paesaggi da immortalare. Un giorno sono giunto ad una cittadina della Barbagia in provincia di Nuoro che si chiama Orgosolo. Oltre ad essere famosa per la cucina, l'artigianato, la cultura, la storia millenaria con i Nuraghe e le Domus de janas, è famosa anche per i Murales dipinti sui muri delle case della città. Sono ovunque e sono particolarmente famosi in tutto il mondo e non è un caso che molti turisti vanno di proposito ad Orgosolo girando per le strade in cerca di queste opere. Alcuni dei murale fotografati, sono tuttora presenti perché sono stati "restaurati" dalla popolazione locale, altri purtroppo sono andati perduti ma in questo caso rivivono ancora oggi grazie a queste fotografie.

Commenti

Post più popolari