Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta raffaello

GIULIO ROMANO, IL DEGNO ALLIEVO DI RAFFAELLO

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Giulio Romano, Madonna col Bambino (madonna Hertz (1522-1533), Olio su tavola, cm. 37 x 30,5 Il vero nome di Giulio Romano era Giulio Pippi de' Jannuzzi, nato a Roma nell'ultima decade del Quattrocento. La sua data di nascita è incerta perché sul certificato di morte risultava avesse 46 anni, mentre per il Vasari ne aveva 54 quindi la sua nascita, secondo quest'ultimo, potrebbe essere avvenuta nel 1492. Di sicuro sin da giovane si fece notare all'interno della bottega di Raffaello diventando il suo allievo più dotato tanto da affiancarlo in molti lavori, come la realizzazione di una parte dell'affresco dell'Incendio di Borgo nella omonima sala. Da Raffaello ereditò insieme a un altro allievo il cui nome era Giovan Francesco Penni detto il Fattore (Firenze 1488 - Napoli 1528), la sua bottega e tutti i lavori a lui commissionati compreso il completamento della Sala di Costantino all'interno delle Stanze di Raffaello nei Musei Vatican

GALLERIE NAZIONALI DI ARTE ANTICA - PALAZZO BARBERINI: IL PIANO NOBILE, ALA NORD

Immagine
© Photo by Massimo Gaudio Palazzo Barberini Dopo l'ala sud, il restyling di Palazzo Barberini ha interessato le sale dell'Ala Nord attraverso una nuova suddivisione degli spazi a volte aumentando lo spazio espositivo con l'aggiunta di pannelli al centro delle sale più grandi e infine una nuova collocazione delle opere. Alle Sale già esistenti se n'è aggiunta una nuova, dove si trova una teca con all'interno lo splendido tabernacolo di Annibale Carracci.      Mettetevi comodi, inizia la visita   La Vestale Tuccia Salendo l o scalone a pozzo quadrato del Bernini si arriva al piano nobile dove si viene accolti (oltre al personale del Museo) dalla Vestale Tuccia, chiamata anche la Velata, splendida opera di opera dello scultore Antonio Corradini. Prima di iniziare il percorso ci si può affacciare dai finestroni e godere della vista sul piazzale del palazzo con la fontana. Antonio Corradini, La Vestale Tuccia (la velata) (743) Marmo Galata La grande sala che accoglie la