PLAUTILLA BRICCI, PITTRICE e ARCHITETTRICE

L'Arte di fotografare l'Arte

© Photo by Massimo Gaudio

Pittore attivo a Roma nel terzo quarto del XVII secolo, Ritratto di Architettrice (Plautilla Bricci?) 1655-1663, Olio su tela - Los Angeles, Collezione privata

Andare in giro per Roma, visitare luoghi che conosci ma ne ignori la storia. 
Quante volte sono passato vicino ad una facciata di un muro di cinta un pò bizzarra che ricorda uno scoglio. Quante volte sono entrato in una chiesa dove le star sono tre tele di Caravaggio e restare colpiti da una pala d'altare che ti chiede di essere presa in considerazione per via della sua bellezza. Bene, questi sono soltanto due delle tante opere realizzate da Plautilla Bricci, pittrice e soprattutto "architettrice".
Il termine "architettrice" si rese necessario per evidenziare la circostanza eccezionale che la vide pioniera nel settore, visto che fino a quel momento c'erano soltanto architetti uomini.
Il ritratto che si vede qui sopra proveniente da una colleziona privata di Los Angeles, è forse il ritratto dell'artista negli anni della sua consacrazione come architettrice nel 1663 all'apertura del cantiere di Villa Benedetta al Gianicolo. Purtroppo, di quella villa non è rimasto quasi più niente a seguito dei bombardamenti da parte dell'esercito francese nel 1849, infatti fino a quel momento quella era l'opera più rappresentativa della Bricci come architettrice, dove intervenne anche come pittrice insieme a pittori del calibro di Cortona e Grimaldi. La villa venne chiamata Casino del Vascello per via del suo aspetto che ricorda appunto un vascello sopra uno scoglio. Come già detto, di Villa Benedetta è rimasto soltanto lo scoglio di impronta berniniana.

Prospetto del Casino del Vascello (1792-1810)

Il Vascello come si presenta oggi

La chiesa di San Luigi dei Francesi che si trova a pochi metri da Palazzo Madama in Roma, ospita la Cappella Contarelli con tre tele di Caravaggio; ospita anche la Cappella di San Luigi re di Francia dov'è collocata la pala d'altare con il santo dipinto e firmato dalla Bricci che oltretutto ha diretto i lavori di edificazione della chiesa avvenuta tra il 1672 e il 1680.

Plautilla Bricci, San Luigi IX di Francia tra la Storia e la Fede (1676-1680), Olio su tela

Cappella di san Luigi Re di Francia presso la chiesa di San Luigi dei Francesi - Roma

Grazie all'abate Elpidio Benedetti, Plautilla Bricci si poté affermare come architettrice e come pittrice. La Compagnia della Misericordia di Poggio Mirteto nella provincia di Rieti, borgo originario dell'abate che grazie alla sua mediazione, diede mandato alla Bricci per la realizzazione di uno stendardo processionale di san Giovanni Battista protettore della Compagnia. L'artista dipinse la tela di lino ad olio su entrambe le parti. In un manoscritto della confraternita c'è scritto che per quel lavoro saldò nel 1675 cento scudi giudicando "bellissima" l'opera della "Signora Plautilla Briccia pittrice".

Plautilla Bricci, Il martirio di san Giovanni Battista (1675)

Plautilla Bricci, La nascita di san Giovanni Battista (1675)




Plautilla Bricci e Elpidio Benedetti, Progetto per monumento funebre del card. Giulio Mazzarino (1657)

Plautilla Bricci e Elpidio Benedetti, Progetto per monumento funebre del card. Giulio Mazzarino (1657)



Plautilla Bricci e Elpidio Benedetti, Progetto per la scalinata di Trinità dei Monti (1660)

Plautilla Bricci, Madonna col Bambino (Icona miracolosa della Vergine del Carmelo) (1640ca.), Olio su tela

Plautilla Bricci, Madonna del Rosario con i santi Domenico e Caterina da Siena (1652), Olio su tela

Plautilla Bricci, Madonna del Rosario con i santi Domenico e Liborio (1683-1687), Olio su tela

Plautilla Bricci, Un angelo offre il Sacro Cuore di Gesù all'Eterno Padre (1669-1674ca.), Tempera su tela


Grazie

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette Virtù di Piero del Pollaiolo e Sandro Botticelli alla Galleria degli Uffizi

LA STANZA DELL'INCENDIO DI BORGO di RAFFAELLO ai MUSEI VATICANI

NEL PARCO DI AMEDEO BOCCHI