Jacopo Robusti detto TINTORETTO, Giuditta e Oloferne

Immagine
   #artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Jacopo Robusti detto TINTORETTO e bottega, Giuditta e Oloferne (1577-1578) olio su tela - Museo Nazionale del Prado, Madrid Proveniente dal Museo Nazionale del Prado di Madrid, in questi giorni si trova presso la Galleria Nazionale d'Arte Antica di Palazzo Barberini e vi rimarrà fino al 27 marzo 2022 nell'ambito della mostra Caravaggio e Artemisia: La sfida di Giuditta .  Realizzato dal Tintoretto e dalla sua bottega, si caratterizza per la scelta di una composizione ampia, che permette l'inserimento di un gran numero di tettagli. La scena della storia biblica non si è ancora conlusa: l'elegante Giuditta compie il gesto di nascondere con una coperta il corpo di Oloferne ormai senza vita, mentre la sua ancella non ha ancora terminato di mettere la testa del condottiero Assiro all'interno della bisaccia. Tintoretto inserisce all'interno del dipinto molti particolari con l'intento di coinvolgere l'osservato

Segnalazione Mostra dedicata a Beato Angelico e al Rinascimento fiorentino al Museo Del Prado a Madrid

Beato Angelico (Vicchio di Mugello, Firenze 1400 ca.-Roma, 1455) e il Rinascimento Fiorentino in mostra al museo Del Prado a Madrid

A cura di Manuela Moschin
Museo del Prado Madrid mostra intitolata "Fra Angelico y el origen del Renacimiento florentino" (Foto tratta dal sito Sky Arte) 

Beato Angelico "Annunciazione" dopo il restauro (Foto tratta dal sito ArteMagazine) 

Beato Angelico "Annunciazione" (entro il 1435) tempera su tavola cm. 154x194 Museo del Prado Madrid

Carissimi per chi avesse occasione di andare in vacanza a Madrid segnalo che il Museo del Prado ha dedicato una mostra a Beato Angelico (Giovanni da Fiesole al secolo Guido di Pietro) e al Rinascimento fiorentino. 
La mostra intitolata Fra Angelico y el origen del Renacimiento florentino è visitabile fino al 15 settembre. L'esposizione è incentrata sull'Annunciazione che, grazie alla collaborazione di Friends of Florence e dell’American Friends of the Prado Museum, è stata da poco sottoposta a un restauro condotto da Almudena Sanchez Martin. L'opera ha così acquisito brillantezza e colore attraverso un'accurata pulizia, oltre che a un intervento al supporto dell'opera. 
La mostra, curata da Carl Brandon Strehlke riguarda il Rinascimento fiorentino dal 1420 e 1430. Oltre all'Annunciazione si possono ammirare anche la "Madonna della melagrana" e il "Funerale di Sant'Antonio Abate". 

Fra Giovanni venne definito Angelico nel 1467 a causa della sua condotta morale, della sua devozione religiosa e per i temi trattati. E' stato beatificato da Giovanni Paolo II nel 1982. 
Nelle opere del maestro coesistono la tecnica rinascimentale e il Gotico Internazionale, realizzando una pittura originale che fu alquanto elogiata anche dal Vasari che lo definì:"semplice uomo, e santissimo ne' suoi costumi", abile nel dipingere santi:"hanno più aria e somiglianza di Santi, che quelli di qualunque altro".
"L'Annunciazione" presenta un edificio in prospettiva avente un'ampia loggia colonnata coperta con volte a crociera su capitelli e peducci di marmo. Le vele sono azzurre punteggiate da stelle dorate. L'angelo e Maria sono stati ritratti in un'atmosfera dolce e spirituale attraverso colori vivaci. A sinistra si trova il Paradiso Terrestre riccamente decorato di piante, fiori e frutti dove Adamo ed Eva sono stati rappresentati nell'atto di essere cacciati.

Arrivederci in arte
Manuela







Commenti

Post popolari in questo blog

LA STANZA DELL'INCENDIO DI BORGO DI RAFFAELLO AI MUSEI VATICANI

I PUGILATORI CREUGANTE E DAMOSSENO DI ANTONIO CANOVA

GIUDITTA E OLOFERNE