Marco Bigio, Le tre Parche a Palazzo Barberini

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Marco Bigio, Le tre Parche (1530-1540) Olio su tela, cm. 200 x 212 Un grande dipinto si fa notare all'interno della Sala 15 dedicata alla pittura senese a Palazzo Barberini. Si tratta di un'opera di Marco Bigio dal titolo Le tre Parche realizzato nel periodo che va da 1530 al 1540. Nel dipinto l'artista raffigura le figlie di Giove e Temi che rappresentano il destino degli uomini.  A rappresentare la nascita, a destra è stata raffigurata Cloto con un rocchetto di filo bianco: ovvero è colei che fa iniziare la vita. A sinistra di trova Lachesi  che stabilice la sorte e il destino intenta ad avvolgere un filo rosso, mentre al centro c'è Atropo che ha in mano una forbice pronta a tagliare il filo della vita, ma per farlo guarda i due amorini ai suoi piedi che estraggono a sorte il nome ci colui che deve morire inciso su delle medaglie di vari materiali, perché la natura umana è varia. Alle loro spalle ci sono vari persona

IL TONDO, LA PERFEZIONE DELL'ARTE

#artiebellezzeitaliane
Photo by Massimo Gaudio
Sandro Botticelli, Madonna della melagrana (1487) - Galleria degli Uffizi - Firenze

La pittura nel corso dei secoli, anzi millenni, ha avuto varie tipologie di supporto. Pensiamo ai graffiti sulle pareti delle caverne, oppure agli affreschi sulle pareti delle dimore dell'epoca romana. Tali supporti via via hanno assunto vari aspetti: tela, tavola, vetro, metallo e molto altro. Con il post di oggi, vado ad esaminare alcuni dipinti che hanno avuto principalmente come supporto le tavole di legno, non nelle classiche forme rettangolare o quadrato che vengono usate in forma prevalente, ma la forma tonda. E' un tipo di forma che a me piace molto ed è proprio questa a dare il nome, ovvero Tondo. Pochi artisti hanno adottato questa forma, per lo più nel rinascimento, basti pensare a Botticelli, Michelangelo, Domenico Ghirlandaio, solo per citarne alcuni. Questa forma è stata utilizzata per dipingere le volte delle sale di palazzi antichi come per esempio quella della Sala di Penelope che si trova a Palazzo Vecchio di Firenze dipinta dal Vasari, oppure quella della Sala della Flora a Galleria Borghese in Roma dipinta da Domenico De Angelis.
Il Tondo è un cerchio e come tale simboleggia la perfezione.
https://www.massimogaudio-photography.com/
Bartolomeo di Domenico di Paolo di Jacopo detto FRA' BARTOLOMEO, Adorazione del Bambino (1495) - Galleria Borghese - Roma
Alessandro Filipepi detto BOTTICELLI e aiuti, Madonna col Bambino, san Giovannino e angeli (1488) - Galleria Borghese - Roma
Volta Sala della Flora di Domenico de Angelis, Flora (1785) - Galleria Borghese - Roma
Scuola umbra, Madonna col Bambino (fine XV sec.) - Galleria Spada - Roma
Giovanni Antonio Sogliani, Madonna col Bambino e i santi - Musei Capitolini - Roma
Bartolomeo Neroni detto RICCIO, Madonna col Bambino e i santi Nicola di Bari e Caterina d'Alessandria - Palazzo Barberini - Roma
Bartolomeo Di Giovanni, La Madonna in adorazione del Bambino con san Giuseppe - Palazzo Vecchio - Firenze
Madonna col Bambino - Palazzo Vecchio - Firenze
Maestro del tondo Miller, Madonna che adora il Bambino e San Giovannino (1515) - Palazzo Vecchio - Firenze
Sala di Penelope, Giorgio Vasari, Penelope al telaio tra divinità fluviali (1561-62) - Palazzo Vecchio - Firenze

Commenti

Post popolari in questo blog

LA STANZA DELL'INCENDIO DI BORGO DI RAFFAELLO AI MUSEI VATICANI

I PUGILATORI CREUGANTE E DAMOSSENO DI ANTONIO CANOVA

GIUDITTA E OLOFERNE