Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2019

Marco Bigio, Le tre Parche a Palazzo Barberini

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Marco Bigio, Le tre Parche (1530-1540) Olio su tela, cm. 200 x 212 Un grande dipinto si fa notare all'interno della Sala 15 dedicata alla pittura senese a Palazzo Barberini. Si tratta di un'opera di Marco Bigio dal titolo Le tre Parche realizzato nel periodo che va da 1530 al 1540. Nel dipinto l'artista raffigura le figlie di Giove e Temi che rappresentano il destino degli uomini.  A rappresentare la nascita, a destra è stata raffigurata Cloto con un rocchetto di filo bianco: ovvero è colei che fa iniziare la vita. A sinistra di trova Lachesi  che stabilice la sorte e il destino intenta ad avvolgere un filo rosso, mentre al centro c'è Atropo che ha in mano una forbice pronta a tagliare il filo della vita, ma per farlo guarda i due amorini ai suoi piedi che estraggono a sorte il nome ci colui che deve morire inciso su delle medaglie di vari materiali, perché la natura umana è varia. Alle loro spalle ci sono vari persona

IL CRATERE DI BACCO

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Cratere con scene bacchiche - Musei Capitolini - Roma I crateri, sono dei grandi vasi usati in varie epoche, sia dai greci, sia dagli etruschi che dai romani. Il cratere in marmo pentelico di questo articolo, è stato ritrovato durante gli scavi nella zona degli horti Vettiani nel 1872 e si trova ai Musei Capitolini di Roma. Su di esso sono raffigurate raffigurate scene bacchiche, nello specifico è raffigurato un corteggio dionisiaco con satiri e menadi travolti dal ritmo della danza orgiastica. https://www.massimogaudio-photography.com/

LA LUCE NOTTURNA DI GHERARDO DELLE NOTTI

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Gherardo delle Notti, Adorazione del Bambino (1619-1620) - Galleria degli Uffizi - Firenze Durante una visita alla Galleria degli Uffizi di Firenze, dopo aver visitato la stanza dedicata a Caravaggio, sono rimasto colpito dalla bellezza dei dipinti di un pittore olandese. Il pittore in questione si chiama Gerard van Honthorst (Utrect 1592 - 1656) , più conosciuto nel nostro Paese come Gherardo delle Notti . Ha soggiornato a Roma all'inizio della sua carriera pittorica per seguire gli artisti più affermati dell'epoca, infatti Caravaggio ha influenzato significativamente il suo modo di dipingere da meritarsi l'appellativo di caravaggista. Il pittore ha utilizzato moltissimo il sistema di illuminazione dei soggetti tipica di Caravaggio e le sue tele ambientate spesso in scenari notturni, venivano illuminate da una luce radente oppure proveniente forse da lampade ad olio poste al centro della scena stessa.

PABLO RUYZ Y PICASSO ED IL SIPARIO DI PARADE

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Pablo Ruiz y PICASSO, Il sipario di Parade (1917) Alle Scuderie del Quirinale a Roma, il 22 Settembre 2017 ha avuto inizio una mostra dedicata a Pablo Ruiz y PICASSO . Al suo interno erano esposte tutte le opere in mostra tranne una, semplicemente perché non c'era un luogo adatto a poterla contenere, quindi è stata esposta all'interno del salone Pietro da Cortona di Palazzo Barberini che si trova poco distante e nelle due ultime foto di questo articolo capirete il perché. L'opera a cui mi riferisco è un sipario che misura 16,40 x 10,50 metri pari a 172 mq. ed è il dipinto più grande che Picasso abbia realizzato e porta come titolo Il sipario di Parade del 1917 commissionato da Sergey Djagilev per un balletto teatrale ideato da Jean Cocteau chiamato "Parade" andato in scena il 18 Maggio 1917 a Parigi. Nonostante fosse destinato per la capitale francese dove effettivamente è stato creato, Picasso è ve

I RITRATTI DI POMPEO BATONI A PALAZZO BRASCHI

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Pompeo Batoni, Autoritratto(1774-1787) - Palazzo Braschi - Roma Un grande pittore toscano del '700, è riuscito nel corso della sua lunga carriera, ad imporsi come uno dei più grandi ritrattisti dell'epoca ed io rimango sempre affascinato dalle sue opere, infatti poco tempo fa, ho dedicato alcuni articoli sulle sue opere esposte a Palazzo Barnerini. L'artista è Pompeo Batoni (Lucca 1708 - Roma 1787). In questo articolo invece voglio mettere in risalto tre delle sue opere esposte al Palazzo Braschi a Roma, splendido edificio che si affaccia su Piazza Navona. Questa volta però c'è una particolarità. Mi riferisco ad un suo Autoritratto , un olio su tela che misura 113,5 x 92 cm. eseguito tra il 1774 ed il 1787 ovvero poco prima della sua morte che in un certo senso oltre a diventare uno degli ultimi dipinti, diventa una sorta di testamento visivo della sua persona. Un'altro dipinto esposto è il Ritratto di John