Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta palazzo massimo

MOSAICO PAVIMENTALE AL PALAZZO MASSIMO

Immagine
L'Arte di fotografare l'Arte © Photo by Massimo Gaudio Mosaico pavimentale a cassettoni con Muse e scene mitologiche paesistiche (fine II sec. d.C.) Il secondo piano del Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo in Roma è dedicato prevalentemente alla ricostruzione degli ambienti delle Ville dell'Antica Roma. In una sala, sono esposte alcune pavimentazioni a mosaico, una di esse collocata in verticale su una parete per poter apprezzare la fine realizzazione. Si trova in ottimo stato ed è risalente alla fine del II secolo d.C., la forma quadrata favorisce un disegno a cassettoni, dove all'interno di essi, si trovano figure di Muse e scene mitologiche paesistiche. Grazie

Venere e Afrodite nei musei romani

Immagine
#artiebellezzeitaliane © Photo by Massimo Gaudio Il Tempio di Venere ed il Colosseo - Roma Quando si parla di bellezza maschile, si pensa subito ad Adone, invece quando si parla di quella femminile si pensa subito a Venere . E' stata considerata dall'antico popolo romano, e prima ancora dai greci sotto il nome di Afrodite , la dea della bellezza, dell'amore, della fecondità e della natura primaverile. A Lei sono stati dedicati moltissimi luoghi di culto, a partire dai santuari laziali vicino all'attuale Pomezia sulla costa a sud di Roma, dove attraccò Enea dopo la fuga da Troia. Quel che resta di uno dei templi più imponenti si trova a Roma, proprio di fronte al Colosseo. Ma ora dedichiamoci a chi con la loro arte, sia antica che moderna, ha contribuito al mito di Venere. Una delle più belle e conosciute sculture che celebrano la sua bellezza è senz'altro la Venere Capitolina, anche se molte altre versioni che si trovano nei musei romani, affascinano per la loro be

Museo Nazionale Romano - Palazzo Massimo

Immagine
  #artiebellezzeitaliane © Photo by Massimo Gaudio   Museo Nazionale Romano, Palazzo Massimo A pochi passi dalla Stazione Termini nel rione Castro Pretorio, si trova Palazzo Massimo che fu edificato tra il 1883 e il 1887 dal padre gesuita Massimiliano Massimo per ospitare la nuova sede del Collegio dei Gesuiti. Un secolo dopo, più precisamente nel 1981 fu acquistato dallo Stato Italiano per diventare una delle sedi del  Museo Nazionale Romano  (gli altri sono Crypta Balbi, Palazzo Altemps e Terme di Diocleziano). Il Museo si estende su quattro piani dove sono esposti alcuni tra i maggiori capolavori dell'intera produzione artistica dell'Antica Roma come statue, sarcofagi, mosaici, affreschi oggetti di vario genere e di uso comune ritrovati principalmente nelle zone circostanti durante gli scavi eseguiti dal 1870 in poi per l'ammodernamento di Roma diventata da poco la capitale d'Italia. Nella varie sezioni avremo modo di vedere una breve panoramica di quello che è più