Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta scalone quadrato

Marco Bigio, Le tre Parche a Palazzo Barberini

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Marco Bigio, Le tre Parche (1530-1540) Olio su tela, cm. 200 x 212 Un grande dipinto si fa notare all'interno della Sala 15 dedicata alla pittura senese a Palazzo Barberini. Si tratta di un'opera di Marco Bigio dal titolo Le tre Parche realizzato nel periodo che va da 1530 al 1540. Nel dipinto l'artista raffigura le figlie di Giove e Temi che rappresentano il destino degli uomini.  A rappresentare la nascita, a destra è stata raffigurata Cloto con un rocchetto di filo bianco: ovvero è colei che fa iniziare la vita. A sinistra di trova Lachesi  che stabilice la sorte e il destino intenta ad avvolgere un filo rosso, mentre al centro c'è Atropo che ha in mano una forbice pronta a tagliare il filo della vita, ma per farlo guarda i due amorini ai suoi piedi che estraggono a sorte il nome ci colui che deve morire inciso su delle medaglie di vari materiali, perché la natura umana è varia. Alle loro spalle ci sono vari persona

Gian Lorenzo Bernini, Scalone quadrato di Palazzo Barberini

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Scalone quadrato di Gian Lorenzo Bernini (1630 ca.) - Palazzo Barberini - Roma   Secondo la tradizione spetterebbe a Gian Lorenzo Bernini il disegno dello scalone a pozzo quadrato nel progetto di ampliamento di palazzo Sforza, comprato dai Barberini nel 1625 per essere destinato ad abitazione principale della famiglia. Contrapposto a quello elicoidale di Francesco Borromini, sia per posizione all’interno del palazzo che per impostazione stilistica, il progetto di Bernini doveva tener conto di una più complessa articolazione di livelli perché si inseriva nella preesistente ala settentrionale dell’edificio Sforza. Partendo dal piano più basso lo scalone doveva infatti collegare l’ingresso principale sul cortile della Cavallerizza (distrutto nel Novecento per la creazione di via Barberini) con la già esistente scalinata che conduceva al livello del giardino e poi salire al piano nobile, e al piano superiore.  Bernini riuscì a supera

GIAN LORENZO BERNINI, ARCHITETTO E SCULTORE A PALAZZO BARBERINI

Immagine
#artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Museo Nazionale d'Arte Antica di Palazzo Barberini - Roma In precedenza non ho mai nascosto la mia passione per la Museo Nazionale d'Arte Antica di Palazzo Barberini in Roma. Se possiamo ammirare oggi la bellezza del Palazzo, lo dobbiamo all'opera di Gian Lorenzo Bernini (Napoli 1698 - Roma 1680) che su commissione della famiglia Barberini, progettò l'ampliamento di Palazzo Sforza, acquistato nel 1625 dalla famiglia Tafani (il vecchio nome dei Barberini prima di esse modificato). Tra i vari lav ori architettonici, Bernini progetto lo Scalone Quadrato , contrapposto a quello elicoidale di Francesco Borromini, sia per posizione all’interno del palazzo che per impostazione stilistica. In un post pubblicato qualche tempo fa, ho messo in risalto alcuni lavori pittorici dell'artista napoletano, mentre quelli di oggi, saranno dedicati al Bernini come architetto e come scultore. Gian Lorenzo Bernini, S