Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta gaspar van wittel

Vedute romane del Settecento e Ottocento (video)

Immagine
  L'Arte di fotografare l'Arte © Photo by Massimo Gaudio Nel corso dei secoli, molti pittori si sono dedicati alla pittura paesaggistica sulla Città Eterna. Alcuni di loro, come per esempio Gaspare Vanvitelli, Ippolito Caffi e Giovanni Paolo Panini, tra il Settecento e l'Ottocento hanno creato con le loro opere istantanee di vita che sono arrivate ai giorni nostri grazie anche alla loro conservazione all'interno dei musei romani come Palazzo Barberini, Palazzo Braschi ed i Musei Capitolini. Ho creato questo video con l'intento di mostrare com'era il paesaggio romano a quei tempi attraverso il pennello dei pittori tra i più rappresentativi dell'epoca. (il brano Chord Saunds è di Moby) Grazie

LA VEDUTA ROMANA DI GASPARE VANVITELLI

Immagine
# artiebellezzeitaliane Photo by  Massimo Gaudio Gaspar van Wittel, Roma, Veduta della piazza del Quirinale (1685) - Palazzo Barberini - Roma Molti grandi pittori nel corso dei secoli hanno immortalato sulle loro tele quello che oggi tutti noi facciamo con le macchine fotografiche. Io stesso rivedendo le mie fotografie fatte 30-40 anni fa, trovo cambiamenti significativi nell'aspetto di Roma, quindi è molto interessante vedere com'era la città qualche secolo fa. A tal proposito, in questo articolo ho voluto inserire alcuni dipinti eseguiti dal pittore olandese Gaspar van W ittel (1653-1736), il quale ha trascorso moltissimi anni della sua vita a Roma a cavallo tra il '600 e '700. Il suo nome venne così italianizzato in Gaspare Vanvitelli. Le tele che troverete nel post, sono tutte esposte alla nuova ala sud di Palazzo Barberini a Roma in una sala dedicata proprio alla veduta romana. https://www.massimogaudio-photography.com/ Gaspar van Wittel, Roma, l