Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tiziano Vecellio, Amor Sacro e Amor Profano

#artiebellezzeitalianePhoto by Massimo Gaudio
L’opera per secoli ha costituito un vero e proprio enigma interpretativo, considerata l’assoluta mancanza di documenti relativi alla sua esecuzione e al suo ingresso nella raccolta Borghese. Fu con ogni probabilità commissionata dal Segretario del Consiglio dei Dieci, Niccolò Aurelio – il cui stemma è scolpito sulla fronte del sarcofago – in occasione del suo matrimonio con Laura Bagarotto, la cui impresa araldica compare sul fondo del bacile d’argento appoggiato sopra il sarcofago. Il riferimento alla simbologia nuziale è espresso dalla coroncina di mirto e la fibbia, entrambi attributi dell’amore coniugale, indossata dalla fanciulla seduta a sinistra. Il fulcro centrale della composizione è costituito dall’evidente contrapposizione delle due figure femminili, fisionomicamente simili: l’una vestita, in atto di guardare verso lo spettatore; l’altra nuda, che le si rivolge in atteggiamento di esortazione. La lampada che reca in mano, simbolo…

ANTONIO DONGHI, L'INTERNAZIONALITA' DI UN PITTORE ROMANO

Antonio Donghi, Figura di donna (1932) - Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda - Roma

In questo post, voglio scrivere di un'artista attivo nel '900, sopratutto dagli anni venti fino alla metà degli anni cinquanta e in questo "breve" periodo è riuscito a farsi conoscere i tutto il mondo. Il suo nome è Antonio Donghi (1897-1963), pittore romano che grazie alla sua bravura, è riuscito a diventare uno dei massimi esponenti del Realismo Magico. Ci sono vari musei a Roma dove sono esposte le sue opere, che come tematica variano tra il ritratto fino al paesaggio passando per la natura morta.

https://www.massimogaudio-photography.com/

Antonio Donghi, Donna alla toeletta (1930)

Antonio Donghi, Natura morta con tazzine (1928) - Museo Comunale di Villa Torlonia - Roma

Antonio Donghi, Paesaggio perugino - Museo Comunale di Villa Torlonia - Roma

Antonio Donghi, Valle violata (1942) - Museo Comunale di Villa Torlonia - Roma

Commenti

Post più popolari