Passa ai contenuti principali

In primo piano

Paolo Caliari detto Paolo Veronese alla Galleria Borghese

  #artiebellezzeitaliane Photo by Massimo Gaudio Paolo Caliari detto VERONESE, La predica del Battista (1562) Come il dipinto raffigurante la Predica di S. Antonio da Padova (inv.101 ), la tela venne inviata nel 1607 come dono del patriarca di Aquileia al cardinale Scipione Borghese. La composizione della tela  si mostra estremamente innovativa, sia  per la figura del Battista – posto significativamente al centro  della composizione – sia per  il taglio prospettico articolato su tre piani successivi. L’effetto ‘in controluce’ sulla figura del predicatore evidenzia la tecnica del ‘cromatismo’ veronesiano, espressa dalla  novità delle ‘ombre colorate’, ottenute mediante l’accostamento di colori puri e i contrasti tra tinte calde e fredde, secondo un principio individuato da Leonardo e ripreso dalla pittura moderna . (testo tratto dal sito Galeria Borghese) Paolo Caliari detto VERONESE,  La predica di Sant'Antonio da padova(1580) Anche questo dipinto, come la Predica del Battista (inv

LE FIGLIE DI GIACOMO BALLA

Giacomo Balla, La figlia del pittore (1939) - Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda - Roma
Qualche mese fa, ho postato alcuni dipinti di Giacomo Balla (Torino 1871 - Roma 1958) del suo primo periodo, quello che riguardava il divisionismo. Oggi invece voglio dedicare questo post a due dipinti a lui molto cari, perché il pittore vi ha ritratto le sue due figlie, Luce ed Elica Balla. Sono esposti tutti e due al Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda di Roma.
Quello che si intitola Ritratto di Luce, è un classico esempio di ciò che si intende per divisionismo, caratterizzato dalla separazione dei colori in singoli punti o linee che interagiscono fra di loro in senso ottico, formando così un'immagine compiuta.


Giacomo Balla, Ritratto di Luce (1910) - Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda - Roma
Giacomo Balla, Particolare di Ritratto di Luce (1910) - Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda - Roma

Commenti

Post più popolari